Auspichiamo attenzione per la ricerca

Auspichiamo che alla ricerca scientifica, non citata dalla premier, ma presente nel programma elettorale della coalizione, possa essere data l’attenzione adeguata, dato il suo ruolo cruciale come motore di progresso e crescita economica per il Paese. 

Nel suo primo discorso al Parlamento, la premier Giorgia Meloni non ha menzionato la ricerca come chiave di sviluppo del nostro Paese. In realtà, i partiti della coalizione che ha vinto le elezioni hanno presentato un programma comune per la scienza che prevedeva "l'allineamento della scienza italiana agli standard dell'UE per il finanziamento della ricerca".

Durante il governo Draghi parte dei fondi dell’UE per la ripresa dalla pandemia sono stati devoluti alla promozione della ricerca scientifiche e di tecnologie innovative. Questa direzione includeva un piano di investimenti noto come From Research to Business, che assegna 11 miliardi di euro di questi fondi alla ricerca attraverso il Piano nazionale di ripresa e resilienza del governo.

Il nuovo governo ha espresso l’intenzione di continuare il processo di allineamento dell’Italia agli standard europei. Il Gruppo 2003 auspica quindi che anche per la presente legislatura la ricerca rappresenti un investimento strategico di fondamentale importanza per la crescita economica del Paese.

Maria Pia Abbracchio,
presidente del Gruppo 2003