Gruppo 2003: Piano Amaldi per la ripresa del Paese

6 ottobre 2020 - L’Associazione Gruppo 2003, che raduna ricercatori italiani di rilevo internazionale, aderisce al Piano Amaldi per il raddoppio del finanziamento della ricerca pubblica in Italia. “Sosteniamo con entusiasmo il Piano che sintetizza in una proposta chiara, realistica e convincente anni di campagna per dare nuovo ossigeno alla ricerca italiana” dichiara il presidente del Gruppo 2003 Nicola Bellomo. “La ricerca italiana è di buona qualità, ma con fondi adeguati può dare lo spunto che serve in questo momento al nostro paese e alla sua economia.

Premio giovani ricercatori edizione 2020: i vincitori

30 ottobre 2020 - Il Premio Giovani Ricercatori 2020, indetto dal Gruppo 2003 per la ricerca scientifica, ha avuto una grande adesione, contando 373 candidati suddivisi in dieci aree. Il Gruppo 2003 si compiace per la grande adesione e l’ottimo livello delle pubblicazioni presentate e che si sono aggiudicate il premio. Ringrazia il lavoro svolto dalle commissioni e gli sponsor che hanno voluto sostenere il premio.

Premio giovani ricercatori edizione 2020

13 maggio 2020 - Il Gruppo 2003 per la ricerca scientifica indice la seconda edizione del Premio Giovani Ricercatori 2020 per promuovere l’attività di ricerca e richiamare l’attenzione delle istituzioni e dell’opinione pubblica sulle nuove generazioni di scienziati e scienziate, risorsa preziosa per il futuro del nostro Paese.

Il futuro della ricerca scientifica in Italia e la lezione di Covid-19

5 maggio 2019 - La ricerca scientifica è impegnata, con ricercatori ed esperti di medicina, epidemiologia, immunologia, virologia, farmacologia, ma anche fisici, matematici, economisti, e altri ancora, nel comprendere la complessa dinamica della nascita, diffusione e possibile controllo del virus Covid-19. Da questi studi la società auspica che ne derivi prima di tutto un controllo della diffusione, e quindi un intervento diretto sulla situazione attuale, e successivamente un contributo alla produzione di farmaci e alla creazione di vaccini che possano evitare il ripetersi di situazioni analoghe.

L’Italia continua a infrangere il regolamento europeo sulla sperimentazione animale

19 febbraio 2019. La legge italiana che regola la sperimentazione animale è in contrasto con gli interessi della salute degli italiani e rappresenta una infrazione al regolamento europeo, che richiede a tutti i Paesi di adottare condizioni uniformi per l’autorizzazione della ricerca sugli animali d’esperimento.

Scienziati rispondono con una lettera aperta alla sospensione del progetto Light Up da parte del Consiglio di Stato

28 gennaio 2020. Gli scienziati Bellomo, Garattini, Rizzolatti e Di Chiara inviano una lettera aperta ai giudici sul caso della sospensione della sperimentazione animale sui macachi ordinata dal Consiglio di Stato: “I ricercatori non stanno trasgredendo la legge. Qui si vuole abolire la ricerca sperimentale, con gravissimi danni per il Paese”.

Bene due ministeri per scuola e università e ricerca

28 dicembre 2019. Il Gruppo 2003 per la ricerca scientifica si rallegra della scelta operata dal governo di separare il Ministero dell’Istruzione dal Ministero dell'Università e ricerca, come proposto dallo stesso Gruppo lo scorso settembre. La scissione del MIUR in due ministeri era già avvenuta dal 1988 al 2001, e successivamente dal 2006 al 2008 (poi riuniti prima per la legge Bassanini e poi per una disposizione della Finanziaria del 2008).

Importante che l’Agenzia per la ricerca sia trasparente e indipendente dalla politica a partire dalla scelta dei suoi organi direttivi

4 novembre 2019. Il governo ha finalmente proposto l’Agenzia Nazionale per la Ricerca, di cui da molti anni si sente parlare anche grazie all’impegno del Gruppo 2003. Per ora le informazioni sulle caratteristiche dell’Agenzia sono contenute nell’articolo 28 della Bozza del disegno di legge di bilancio per il 2020, che verrà discusso alle Camere nei prossimi giorni.

Conte bis si impegna sull'Agenzia nazionale per la ricerca. Il commento del Gruppo 2003

9 settembre 2019. Il premier Giuseppe Conte nel discorso di oggi alla Camera si impegna sulla Agenzia Nazionale per la Ricerca. Vedremo come la intenderanno, ma sicuramente il Gruppo 2003 per la ricerca non può che compiacersi che la propria proposta abbia fatto breccia, e vigilerà perché vengano rispettati criteri di indipendenza, trasparenza e competenza. Guai se, invece di dare un indirizzo agli investimenti nella ricerca per garantire merito e giustizia, diventasse un inutile doppione del ministero.

Creiamo un ministero dedicato a Università e ricerca, com'era in passato

2 settembre 2019 - A chi in questi giorni sta cercando di varare un nuovo governo “di cambiamento”, il Gruppo 2003 per la ricerca ricorda che è necessaria una svolta sulla ricerca scientifica, che andrebbe considerata elemento essenziale per lo sviluppo culturale, civile ed economico del Paese.

La voce del Gruppo 2003 rivolta alla comunità scientifica, al pubblico e al mondo della scuola e dell'università è il giornale elettronico http://www.scienzainrete.it

Condividi contenuti